Finalmente ho trovato il tempo di finire la storia di Final Fantasy XIV: Heavensward e di percorrere la storia di Final Fantasy XIV: Stromblood la nuova espansione del rinomato gioco online.

Premettendo che avevo lasciato il MMORPG circa due anni fa dopo aver giocato l’espansione capitolo dedito alle vicende di Ishgard e dei draghi, mi sono ritrovato in un mondo di gioco notevolmente rivoluzionato con nuove ambientazioni e nemici ma sopratutto il sistema di combattimento aggiornato e riveduto che ha azzerato i miei ricordi sulle azioni da compiere in combattimento con il Dragoon la mia classe prediletta, ma come sempre la forza delle classi si può misurare solo quando si arriva al livello massimo, in questo caso il livello 70 che una volta raggiunto e completate le quest specifiche della classe rendono più piacevole ed interessante giocare le Quest e le missioni.

Purtroppo anche tutti i progressi che avevo fatto a livello di equipaggiamento sono stati nullificati con l’aumento del level cap è bastato andare da un qualsiasi negoziante e recuperare oggetti di gran lunga superiori a quelli che avevo, questo è positivo per chi come me riprende a giocare dopo anni di inattività e mi ha permesso di fare abbastanza acilmente tutte quelle cose che prima risultavano veraemnte difficili, ma sicuramente è sconfortante per chi ha dedicato mesi se non anni a cercare di ottenere il migliore equipaggiamento possibile per il livello 60 ed ora è costretto a buttarlo.

La storia di Stormblood, senza fare spoiler, mi è piaciuta particolarmente, complici anche alcune ambientazioni e personaggi tipici del Giappone Feudale e lo stile con il quale sono state raccontate le vicende mi hanno preso e trascinato fino alla fine della storia principale, che ovviamente lascia un finale aperto a futuri Aggiornamenti ed Espansioni.

La mancanza di un Team di gioco Hard Core non mi ha permesso di fare i Primal Extreme ( dei boss fight istanziati che costituiscono le vere sfide difficili da affrontare nel gioco ) anche se dopo questi anni sono stati migliorati i sistemi di ricerca delle persone come il duty finder i problemi nel trovare velocemente dei team per giocare e capaci di affrontare queste sfide sono pochissimi.

In Conclusione a livello si storia Final Fantasy XIV: Stromblood è una degna espansione con una storia e dei personaggi ben caratterizzati ma ricca anche di molte quest noiose e inutili tipiche dei MMORPG e tempi morti causati dalle lunghe attese per entrare nelle zone istanziate, ma resta comunque da giocare per chiunque sia amante del gioco e sopratutto che abbia molto tempo da dedicare al gioco.

Qui di seguito trovate il mio gameplay della storia diviso in 11 filmati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *






Seguici
    

Condividi
!
Copyright © 2016-2017 www.oscurodrago.it - all rights reserved.
Designed & Developed By Fabio "Oscurodrago" De Prisco